Vota il mio blog

sito

domenica 1 dicembre 2013

Crespelle

Oggi primo giorno del magico dicembre, con la fortuna di una domenica in casa, come piace a me, quando fuori piove, faccio qualcosa di speciale: crespelle. Simile alle crèpes salate sono l'ideale per chi vuole sostituire le lasagne al forno. Io le preferisco classiche con pochi aromi, poi voi potete usare le varianti che volete: funghi, ricotta e spinaci, zucca... e chi più ne ha più ne metta. Io le adoro nel loro classico sapore all'italiana: mozzarella e pomodoro.
 
 
Ingredienti per le crespelle:
3 uova
un pizzico di sale
una manciata di prezzemolo tritato
100ml di latte
150g di farina "00"
Sugo al pomodoro
una mozzarella
parmigiano grattugiato q.b.
olio
Preparazione:
In una capiente bacinella rompere le uova e sbatterle per intere. Unire un pizzico di sale, la farina e il prezzemolo. Alla fine amalgamate con il latte. Riscaldate una piastra o una padella antiaderente, spennellate un pò di olio e versatevi tre cucchiai di composto, spargetelo per tutta la superficie e quando sarà dorata da un lato giratela con l'aiuto di una paletta e completate dall'altro lato. Mettete da parte e ricominciate fino a quando il composto di crespelle sarà terminato.
In una teglia di ceramica, adatta anche per il forno, irrorate con un po' di sugo, sistemate una crespella o più, facendo sì che le crespelle riempiono tutto il fondo, condite con pomodoro, parmigiano e mozzarella fino a esaurimento. Inondate di sugo e  parmigiano alla fine e infornate per 15 minuti a 200°C. Fate raffreddare per 5 minuti e servite.
 
Avariante: invece di usarle come lasagne potete fare dei piccoli fagottini e riempirli a piacere, potete legarli con un filo di erba cipollina.

sabato 30 novembre 2013

Scaloppine ai funghi

Devo dire che sono un'amante della scaloppina. La preparo in tutti i modi: al limone, al marsala, all'arancia... ma la mia preferita è quella ai funghi. Così ho perfezionato la classica ricetta aggiungendo un po' di brio in tavola e di salute, sostituendo il burro e la farina all'olio. 
 
Ingredienti:
500g di fettine di petto di pollo;
250g di funghi misti,
1 limone;
una mangiata di spinaci;
un aglio;
olio;
brodo vegetale avanzato.
Preparazione:
In un'ampia padella rosolate l'aglio con olio, trifolate i funghi con gli pinaci e adagiate le fettine di pollo. Scottate finche diverranno dorate e sfumate con il succo del limone. Aggiustare di sale e pepe e quando si asciuga aggiungete un po' di brodo fino a cottura.

venerdì 29 novembre 2013

Casarecce

Le casarecce sono un tipo di pasta di grano duro a cui non posso rinunciare nonostante la mia dieta. Ci posso condire tutti i sughi che voglio, soprattutto quelli corposi al pomodoro o i classici pesti italiani. E' un formato a cui la mia dispensa non può rinunciare e ogni tanto Lux viene tentata a disubbidire alla dieta.
 
 
Casarecce ai peperoni
Ingredienti:
200g di casarecce;
1 peperone giallo;
una manciata di olive nere dolci;
500g di pomodori ciliegino;
1 aglio;
sale;
1/2 cipolla;
olio extra vergine d'oliva.
Preparazione:
Preparare un sughetto tagliando a tocchettini i pomodori. Fate scaldare una pentola con un filo d'olio, fate rosolare la cipolla tagliata finemente e l'aglio tagliato in due. Versate i ciliegini e lasciate cuocere per 30 minuti aggiungendo il sale q.b. e l'acqua di tanto in tanto. Intanto arrostite in una piastra i peperoni tagliati a listarelle grosse. Quando tutto sarà cotto lessate la pasta e saltare il sugo con i peperoni e le olive per un minuto circa. Servite caldo.

giovedì 28 novembre 2013

Il giorno del ringraziamento

Il quarto giovedì di novembre negli Stati Uniti si celebra il Giorno del Ringraziamento, la festa nazionale instaurata nel 1863 dai Padri Pellegrini, come ringraziamento al termine della stagione del raccolto.
Le famiglie americane si riuniscono, rispolverano antiche ricette, così come sono state tramandate per generazioni, guardano il football e seguono in Tv la celebre parata di New York
Per chi sente vibrare dentro di sè la passione per gli USA, ecco l'occasione per cimentarsi con i piatti della cultura gastronomica americana e organizzare un pranzo a tema per festeggiare il Thanksgiving Day, che quest'anno cade il 28 novembre.
Il piatto forte è il tacchino ripieno, per cucinarlo occorre procurarsi un grosso tacchino intero - attenzione che entri nel forno - e iniziare in anticipo a lavorarlo. Una volta riempito con il suo stuffing - che negli USA varia da famiglia a famiglia - e fatto rosolare nel forno, si può servire con una salsa di ribes, un purè o patate dolci al forno.
Il Pranzo del Ringraziamento è accompagnato sempre dal pane di mais: il famoso cornbread - morbido come un plumcake - che si abbina a piatti dolci e salati.
Le altre ricette richiamano i sapori tipici dell'autunno: piatti preparati con la zucca o le patate dolci, dolcetti con le castagne o crumble e crostate con le mele Per antipasto si possono servire uova farcite, formaggi o una sana insalata.
Prima di servire il tacchino, vero protagonista della festa, potete offrire una delicata zuppa di zucca, che nella tradizione più rigorosa, andrebbe preparata con la varietà "butternut", la zucca dalla buccia liscia e dalla forma allungata, magari con l'aggiunta di curry. In
alternativa potete cucinare una vellutata di mais. Non può mancare per chiudere la festa: l'apple pie o i cookies.Io non potevo fare un tacchino intero, essendo solo io e mio marito, così mi sono limitata ad un pollo con un ripieno tutto italiano!
 
Pollo ripieno ai pistacchi


Ingredienti:
1 pollo intero;
per il ripieno:
100g di macinato di vitello;
100g di pancetta arrotolata;
25g di pistacchi tritati grossolanamente;
sale e pepe;
100g di prosciutto cotto;
1 uovo;
una tazza di caffe di vino bianco;
un pizzico di noce moscata;
50g di parmigiano grattugiato;
2 cucchiai di pangrattato;
per il condimento:
Paprika dolce;
pepe;
aglio;
fecola;
coriandolo;
prezzemolo;
maggiorana;
rosmarino;
olio.
Preparazione:
Lavate per bene il pollo e asciugatelo con un panno. Preparate il ripieno amalgamando tutti gli ingredienti e inseritelo nel pollo. Chiudete, se volete, con ago e filo, ma io non l'ho fatto, non l'ho ritenuto opportuno. In una teglia irrorate con olio, sistematevi il pollo e conditelo con paprica, aglio grattugiato, fecola, prezzemolo e coriandolo tritati finemente, maggiorana e rosmarino. Cuocete a 190°C per 50 minuti. I succhi del pollo scioglieranno il condimento col quale si deve irrorare di tanto in tanto il pollo. Servite con verdure, patate al forno o carote lesse.
 
 



 




mercoledì 27 novembre 2013

Garganelli funghi e pencetta

Veloce e classica la ricetta dei garganelli, per una giornata per chi, anche di queste feste, va sempre di fretta.
 
Ingredienti:
250g di garganelli;
100g di funghi misti;
uno spicchio d'aglio;
una tazza di vino bianco;
50g di pancetta arrotolata;
prezzemolo;
parmigiano grattugiato;
sale e pepe.
Preparazione:
In una padella rosolate l'aglio e trifolate i funghi aggiungendo sale, pepe e prezzemolo. Sfumate con il vino e negli ultimi secondi aggiungete la pancetta. Lessate i garganelli e saltateli insieme ai funghi e pancetta. Nel piatto da servire potete aggiungere del parmigiano per chi lo desidera.

Pettole

Tempo fa, forse due anni, avevo pubblicato la ricetta delle pettole. Ora ve la ripropongo così potete passare anche voi delle tradizionali feste natalizie come facciamo noi.
 
Ingredienti:
300g di farina "00"
100g di farina di grano
Mezzo cubetto di lievito di birra
1 cucchiaino di sale fino
Acqua tiepida q.b.
Preparazione:In una ciotola mischiare le farine col sale. Sciogliere il lievito con un po' di acqua e poi prendere tutta la farina. Aggiungere l'acqua poco alla volta fin quando l'impasto non risulta compatto e bene amalgamato, come l'impasto della pizza ma più morbido. Coprirlo con la pellicola è lasciate lievitare finché non si raddoppi di volume, all'incirca 2 ore. Riempite per 1/3 una padella antiaderente con olio di semi e fatelo riscaldare per friggere le pettole. Quando l'olio sarà caldo al punto giusto prendete un po' di impasto con un cucchiaio, versatelo nell'olio e fate dorare da entrambi i lati. Tamponate con carta assorbente e servite semplici o irrorate di miele o zucchero.

venerdì 22 novembre 2013

Per festeggiare Santa Cecilia e l'inizio delle feste natalizie

 
Il 22 novembre, come di tradizione, da noi, a Grottaglie, cominciano le feste natalizie. Cominciano i cori in piazza di Adeste Fideles e Tu scendi dalle Stelle, il profumo del vino caldo e delle pettole che friggono nell'olio nuovo e le caldarroste sul fuoco ardente.
Io, vivendo a Francavilla Fontana,  non ho voluto seguire la massa (qui si usa l'8 dicembre) e ho voluto portare con me le tradizioni che fin da piccola mi hanno entusiasmato. Così felice di questo, io e mio marito abbiamo completato l'albero, il presepe, arrostito le castagne e naturalmente ci siamo preparati una cenetta romantica a lume di candela. Ve la propongo qui sperando vi porti spunto per le vostre sere a lume di candela.
 
Pollo grigliato al carpaccio
Ingredienti:
500g di fettine di pollo;
olio extra vergine d'oliva;
scaglie di parmigiano;
insalata ice-berg;
1 limone;
sale e pepe.
 
Preparazione:
In una griglia per arrosti irrorate con un tovagliolo di carta l'olio, così che non rimangano residui all'interno. Scaldare la piastra in modo che sia rovente e grigliate le fettine di pollo condendo con sale e pepe. Fate cuocere da entrambi i lati. Intanto tagliate l'insalata finemente e lavatela con cura. In un piatto da portata disponete il pollo, aggiungete qualche scaglia di parmigiano, l'insalata e ancora parmigiano. Condite con olio e limone e se preferite ancora sale e pepe. Chiaramente potete sostituire l'insalata con la rucola.
 
Mini gatau di patate
Ingredienti:
500g di patate favose;
100ml di latte;
2 uova;
100g di parmigiano grattugiato;
sale, pepe, noce moscata;
200g di mozzarella;
noce moscata;
100g di prosciutto cotto; tagliato a pezzo;
una noce di burro + 50g;
2 cucchiai di pangrattato.
 
Preparazione:
Lessate le patate ancora con la buccia. Sbucciatele e passatele al mixer. Lasciate raffreddare e dopo di che conditele con uova, sale, pepe, un pizzico di noce moscata, parmigiano, mozzarella, 50g di burro fuso in microonde, il prosciutto tagliato a cubetti e latte. Dopo prendere degli stampini e spennellate con il burro, sempre fuso, e spolverate col pangrattato. Riempite gli stampini con l'impasto di patate e infornate a 200°C per 20 minuti. Sfornare quando i gatau si saranno intiepiditi e decorare con stelline di prosciutto cotto.
 
Tronchetto di Natale
 
Ingredienti:
100g di farina "00";
4 cucchiai di fecola di patate;
2 cucchiai di crema al pistacchio;
100g di zucchero;
3 uova;
una bustina di lievito per dolci;
2 cucchiai di burro;
sale fino
150ml di panna fresca:
una vanillina;
cacao in polvere;
il succo di 2 arance.
 
Preparazione:
In una ciotola mischiare le farine con il lievito, un pizzico di sale e lo zucchero. Dividere i tuorli dagli albumi e mescolate i rossi con le farine e i bianchi montateli a neve ferma. Nell'albume montato fate sciogliere la crema di pistacchio e versate tutto al composto delle farine amalgamando dall'alto verso il basso. In una leccarda foderata da carta forno spennellate il burro e versateci l'impasto livellandolo. Cuocete a 180°C per 20/25 minuti (dipende dal vostro forno).Fate raffreddare. Intanto montate la panna con la vanillina. Quando il pan di spagna sarà freddo bagnate col succo di arance e farcite con la crema chantilly. Arrotolate e lasciate raffreddare in frigo per qualche minuto. Intanto aggiungete del cacao nella chantilly rimasta e decorate il tronchetto.

giovedì 21 novembre 2013

Polpettone di tonno

Forse un flop! Ma fatto sta che ho voluto provare!
Un polpettone fuori dal comune, non come gli altri, non tanto saporito direi, ma dietetico e leggero. Spero che voi sappiate fare meglio di me.
 
Ingredienti:
500g di patate lessate;
250g di tonno al naturale in scatola;
olio;
prezzemolo;
un cucchiai di farina;
100g di parmigiano grattugiato
2 uova;
2 cucchiai di capperi
Preparazione:
Schiacciate le patate lessate e amalgamare i capperi tritati, il parmigiano, le uova, il prezzemolo, sale  e farina. Formare un polpettone e infornare a 200° per 20 minuti. Servire con vari contorni come olive saltate, insalate di pomodoro o finocchi gratinati.

Sogliola in brodo

La sogliola è il mio pesce preferito. Quello che preferisco mangiare più di tutti se parliamo di pesce. Io l'ho fatto anche alla mugnaia, ma ricordo che mamma me la faceva mangiare sempre in brodo, perché fa bene, diceva. Ed io ho imparato a farla così.
Ingredienti:
1 l di acqua;
2 sogliole;
olio;
prezzemolo;
1 carota;
pomodori;
1 patata;
1 gamba di sedano;
brodo in polvere;
sale.
 
Procedimento:
Preparare un brodino con tutti gli ingredienti e affondate le sogliole. Cuocere fino a cottura. Potete lessarvi della pasta e usare il brodo come condimento.

mercoledì 20 novembre 2013

I pomodori ripieni della mamma

Il giorno di Tutti i Santi sono andata a pranzo da mamma, e sapendo che sto seguendo una dieta per il mio problema di salute ha creato per me un antipasto leggero e buonissimo. Spero che conquisti anche voi.
 
Ingredienti:
3 pomodori grossi da insalata;
un tonno al naturale;
olio extra vergine d'oliva;
olive nere
 
Procedimento:
Lavare per bene i pomodori e svuotarli. Raccogliere tutto il succo e la polpa, aggiungere il tonno e l'olio. Creare una cremina e riempire i gusci di pomodoro. Decorare con olive nere e servire.

martedì 19 novembre 2013

Polpo arrosto


Fare il polpo arrosto è davvero semplice. E' una tradizione da noi e lo usiamo in varie modi: arrosto, alla luciana, al sugo, dappertutto. Ma io amo manipolare poco i cibi, così dopo averli lessati dopo un ora e mezza due (dipende dalla grandezza del polpo) li passo nella griglia rovente e dopo nel piatto li condisco con olio, limone e prezzemolo.
Oltre al polipo uso lo stesso metodo con moscardini, seppie, calamari e tutta la famiglia Octopodidae.

lunedì 18 novembre 2013

Galletto glassato con funghi e crema di castagne



L'autunno è il periodo migliore per provare ricette, soprattutto quando la natura ti offre un prodotto semplice, ma squisito. I funghi e le castagne sono un vero tesoro prezioso per me, tanto che ho voluto abbinarlo ad un classico secondo come il galletto. La sfida di oggi è la creazione di una crema di castagne per accompagnare la carne bianca, e devo dire che ci sono riuscita alla grande!
Ingredienti:1 galletto ruspante; 1 carota; 1 patata; 1 gamba di sedano; 1 cipolla; brodo in polvere; 1 litro di acqua; sale; prezzemolo; 1 pomodoro o pelato; olio extra vergine d'oliva; 200g di funghi misti; 5/6 di funghi porcini; qualche foglia di spinaci; 1 aglio; il succo di mezzo limone; sale e pepe; 100g di castagne; 1 cucchiaio di miele; una noce di burro.
 
Preparazione:
Preparare il brodo mettendo l'acqua in una pentola capiente. Affondare la carota, la patata, il pomodoro, il sedano, olio, il prezzemolo, un paio di funghi porcini per dare sapore, il brodo in polvere e salate. Immergete il galletto nel brodo, tutto per intero, e fate cuocere per un'oretta abbondante, finché diventi morbido e rosa. Durante la cottura del galletto cuocere i funghi facendo sfrigolare in una padella l'aglio e immergendo i funghi misti, irrorare con succo di limone, aggiungere gli spinaci e i funghi porcini rimasti e condire con sale e pepe. Aggiungere un bicchiere d'acqua per creare un po' di brodo che ci servirà per la crema di castagne. Per la crema occorre abbrustolire un po' le castagne, almeno 5 minuti, solo il tempo per far togliere guscio e pellicina dal frutto. Lasciarne da parte un paio intere per la decorazione e le altre schiacciarle in un mortaio. Far sciogliere il burro in un pentolino con sale e pepe e immergete le castagne tritate, aggiungete un cucchino di miele e un mestolo di brodo. Cuocete per 10 minuti. Dopo aver completato tutte le cotture decorare il piatto e servite caldo.
  


domenica 17 novembre 2013

Baci di dama salati

Ok! E' vero! Anch'io mi sono fatta prendere l'entusiasmo dal Finger Food. Cioè, cibo mangiato con le mani a differenza del cibo mangiato con coltello e forchetta, venuto agli albori dal programma in onda su Real Time con Sebastiano Rovida. Sono stata affascinata da questa ricetta perché il protagonista era il parmigiano, e tutti sanno quanto lo ami, lo metto dappertutto. In questo antipasto però, ho voluto fare delle modifiche, per renderlo mio, e ho cambiato la farcitura. Spero che anche a voi piaccia, io in verità, mi sono divertita a farli più che mangiarli!
Ingredienti per il biscotto:
60g di burro ammorbidito
60g di farina "00"
50g di parmigiano grattugiato
60g di pistacchi tritati grossolanamente
 
Ingredienti per la farcitura:
100ml di panna fresca
4 cucchiai di parmigiano grattugiato
 
Procedimento:
Amalgamare il biscotto con tutti gli ingredienti, facendo attenzione a non lavorarlo troppo perché il burro potrebbe sciogliersi troppo e risulterebbe difficile da modellare. Dopo di chè formare delle piccole palline grandi quanto una nocciolina, passarle nel pistacchio e adagiarlo negli stampini adatti. Infornare per 20 minuti a 140°C.
Intanto preparare la farcitura montando la panna fresca e aggiungere il parmigiano. Traslare il composto in una sac à poche. Quando i biscotti si saranno raffreddati potete unirli con la crema di formaggio.

giovedì 24 ottobre 2013

Risotto con caprino

Cosa ne dite di cambiare un po' gusto?
Addio al classico sapore di risotto.
Ho voluto rendere un piatto tipico italiano, diverso da tutti gli altri. Ho creato nella mia cucina una nota forte e arricchita di carattere: il Caprino. Come ho già parlato, ne I consigli della nonna, il caprino mi ha attratto particolarmente e girovagando fra i blog trovavo piccoli antipasti che non mi convincevano molto. Non penso sia una grange ricetta spalmare il caprino in una fetta di bresaola, non ci vuole poi molto, così ho fatto a modo mio e l'ho voluto provare con il classico dei piatti. Certo, deve piacere il suo sapore pungente, ma a dir la verità io ne sono rimasta soddisfatta!
 
Spinaci, pollo e caprino...
 

Ingredienti:
300g di riso parboiled;
500l di brodo;
100g di petto di pollo;
100g di spinaci;
50g di caprino;
olio extra vergine d'oliva;
1/2 cipolla;
2 cucchiai di parmigiano grattugiato;
1 bicchiere di Brandy;
sale e pepe.
 
Preparazione:
Soffriggere la cipolla in una padelle con olio. Tostare il riso e sfumare col brandy. Aggiungere il pollo tagliato a tocchettini e irrorate di brodo. Dopo di che aggiungere gli spinaci. Aggiustare di sale e pepe e finite la cottura. A fine cottura rendete cremoso il risotto con un cucchiaio di olio e il parmigiano. Prima di servire amalgamarlo col caprino.
Notate che non ho usato burro perché penso che sia eccessivo con il caprino.

sabato 19 ottobre 2013

Cupcake al cioccolato e panna

Cosa si può presentare dopo un bel cocktail con gli amici?
Io ieri sera ho voluto offrire ai miei ospiti dei cupcake al cioccolato e guarniti di panna. Penso che il cioccolato sia un classico del dopo cena e ho davvero fatto centro.
I miei cupcake non mi deludono mai .
 
 
Ingredienti:
250g di farina;
100g di burro;
un pizzico di sale;
200g di zucchero;
75g di cacao;
150ml di latte;
una bustina di lievito per dolci;
3 uova.
Per la farcitura:
500ml di panna;
una bustina di vanillina.
 
Preparazione:
In una terrina amalgamare tutto con uno sbattitore elettrico fino a sciogliere per bene il burro. Inserire l'impasto nei pirottini (circa 10) e infornare a 180°C per 20/25 minuti.
Montare la panna con un la bustina di vanillina e decorare a piacere.
 
Ecco varie avarianti di cupcake
 

giovedì 17 ottobre 2013

Zuppa di funghi

Una buona minestra fumante è l'ideale per questo autunno. Io ne ho fatta una comune in tutte le case: la zuppa di funghi. La zuppa di funghi è una classica tradizione serale, soprattutto nei luoghi di montagna. Mentre la sera, con la luce chiara di una candela si ammira la luna e le intemperie dell'autunno, coccolati davanti un caminetto, si gusta questa cara prelibatezza, accompagnata da un pezzo di pane casereccio abbrustolito al fuoco che ne esalta i sapori del bosco.
 
Ingredienti:
400g di funghi misti;
1/2 litro di brodo vegetale;
sale;
pepe;
1/2 cipolla
olio extra vergine d'oliva;
una manciata di prezzemolo.
 
Preparazione:
In una pentola fate ingiallire la cipolla con un cucchiaio di olio. Versatevi i funghi e irrorate di brodo e versatevi il prezzemolo.
 Fate cuocere a fuoco lento.
Aggiustate di sale e pepe.
Arrostite una fetta di pane e accompagnatela alla zuppa calda.
 
 

mercoledì 16 ottobre 2013

Zucchine tonde

E dopo la zucca le zucchine tonde. Mi sono incuriosita quando le ho viste al mercato ortofrutticolo del mio paese e così mi sono detta: "Ma si! Proviamoci!" Non le ho mai cucinate e devo dire che la mia prima volta è stata soddisfacente. Ho letto sul web che si prestano molto come cofanetti per riempirli di verdure, riso o pasta. Come le ho completate mi sembravano scrigni preziosi che custodivano l'ingrediente segreto per farli diventare gustosi e ammiccanti!

Zucchine tonde ripiene

Ingredienti:
4 zucchine tonde;
100g di riso per risotti;
1/2 cipolla;
una fetta spessa di 5mm di prosciutto cotto;
2 cucchiai di passata di pomodoro;
5g di macinato di vitello (due cucchiai circa);
1/2 bicchiere di vino bianco;
un uovo;
sale;
pepe;
un filo d'olio;
1/2 litro di brodo;
3 cucchiai colmi di pangrattato;
100g di parmigiano grattugiato.

                                    
Preparazione:
Mondare per bene le zucchine tonde. Tagliarle per il cappio come per formare un cappellino e svuotarle con l'aiuto di uno scavino. Preparare il ripieno scaldando l'olio e far dorare la cipolla tritata finemente. Inserire due cucchiai di polpa delle zucchine che avete estratto e messo da parte. aggiungere il riso e far tostare, come se fosse un risotto. Sfumare con vino bianco e aggiungere il brodo e la passata di pomodoro. Fermate la cottura: Il chicco deve risultare ancora duro. Trasferite in una ciotola e fate raffreddare. Aggiustate di sale, pepe, aggiungere l'uovo, il pangrattato e il parmigiano.  Sul fondo delle zucchine inserire un cucchiaio di parmigiano e dopo cominciare a riempire con il composto. Irrorate di passata al pomodoro avanzata e chiudete come se fosse una scatola. Deponete in una teglia spalmata di sugo al pomodoro sul fondo e infornate a 180°C per circa 40 minuti (per la cottura dipende molto dal vostro forno). Servire tiepido.
 
Cosa fare con gli avanzi
Chiaramente può capitare che durante la preparazione di questo piatto ci siano degli avanzi, che è meglio sfruttare per arricchire la nostra cena o pranzo che sia, e soprattutto perché in momento di crisi non è il caso di fare i superbi e buttare via un bene come il cibo. A me è avanzata la polpa di zucchina, perché ne ho usata solo 1/3 di quello che serviva. Così l'ho messa in una teglia con olio, sale, pepe e menta e l'ho infornata. Ho fatto un ottimo e leggero contorno. Se si desidera, poi ho aggiunto qualche goccia d'aceto. Chi lo preferisce lo apprezza!



giovedì 10 ottobre 2013

E' tempo di zucca

Zucca!!!


E' tempo di Halloween e chiaramente di zucche!

Una delle mie passioni culinarie sono proprio le zucche. Sono così versatili da preparare, con le sue mille ricette. Preferirei un buon piatto con protagonista la zucca che una classica roba da fast food. In America la zucca è considerata anche un ornamento per la casa e questo fa sì in quanti modi la possiamo apprezzare.
L'altra sera ho voluto presentare in tavola una delicata cremina di zucca. Fuori pioveva ed era l'ottimo confort food per l'occasione.

Vellutata di zucca
 

 
 
 
 
 
 
 Ingredienti:
400g di zucca;
200g di patate;
1/2 cipolla;
pepe;
sale;
1/2 litro di brodo vegetale;
un filo d'olio;
un cucchiaio di parmigiano.
 
 
 
 
 
 
 
Preparazione:
Pulite per bene le patate e la zucca e tagliatele a cubetti. Tritate la cipolla finemente e fate rosolare in una pentola con olio. Dopo di chè fate sfrigolare patate e zucca e aggiungete il brodo. Aggiustate di pepe e sale e fate andare a fuoco lento fino a cottura. Passate tutto nel mixer per creare la vellutata e servire calda con una spolverata di parmigiano se si desidera.

domenica 6 ottobre 2013

Cottage Pie

Confesso che ho scavato questa ricetta su internet per una curiosità in tv. Guardando i miei appassionati programmi di cucina, con protagonista Gordon Ramsay, ho notato che propone spesso questa tipica ricetta e mi sono incuriosita, infatti è un piatto semplice, ma nutriente. Io oggi l'ho fatta con tanto amore e l'ho servito come piatto unico, non perché stia facendo la dieta per i dolori di endometriosi, ma perché sazia e questo è importante.
Questa ricetta è tipica irlandese, infatti ve l'ho presentata con il suo vero nome, ma in italiano vuol dire "Pasticcio di carne". Questa ricetta, in Irlanda e Bretagna, viene servita spesso nelle tavole inglesi come piatto unico. Esistono molte varianti di  ricette anglosassoni:  lo shepherd’s pie, con carne di agnello; il chicken pie, con carne di pollo e il cottage pie con carne di manzo, quello che ho fatto stamattina.
In questa ricetta ho però voluto aggiungere un tocco diverso, diciamo ho voluto aggiungere un tocco italiano, a me e mio marito è piacito, spero anche a voi.
 
Pasticcio di carne Irlandese
 
Ingredienti:
300g di macinato di manzo;
1 carota;
1cipolla piccola;
1 gambo di sedano;
33cl di birra, meglio se irlandese;
400g di patate;
brodo vegetale avanzato;
sale;
pepe;
100g di mortadella;
1 noce di burro;
100ml latte;
50g di grana grattugiato;
4 foglie di bieta;
olio extra vergine d'oliva;
3 cucchiai di piselli surgelati.
 
Procedimento:
Tritare la carota, la cipolla e il sedano finemente. Fateli sfrigolare in un filo d'olio in una pentola antiaderente, meglio se di ceramica. Quando si saranno ben rosolate aggiungete la carne macinata e sfumate con 33cl di birra. Aggiustare di sale e pepe, aggiungere piselli, bieta e mortadelle tagliate finemente. Allungate con brodo e fate cuocere per 45minuti. Dovete farlo asciugare leggermente.
Intanto preparate il purè, ma con un piccolo accorgimento: devono essere leggermente liquide. Lessate le patate, schiacciatele e conditele con latte, burro e grana. Amalgamate bene e lasciate riposare fino all'uso. 
In una pirofila di ceramica adagiate il composto di manzo e con molta delicatezza sovrapponete il purè (potete usare anche una sac à poche, ma io ho usato un cucchiaio perché ne ero sprovvista). Infornare per 20 minuti a 200°C. Lasciate riposare per 15 minuti prima di servire.

sabato 28 settembre 2013

Cookies americani

I cookies (o Chocolate Chip Cookies) sono dei croccanti biscotti arricchiti da gocce di cioccolato, tipici della cucina americana.
Secondo la storia, intorno agli anni '30  Ruth Wakefield inventò questi biscotti quasi per caso: lavorava in un albergo, il “Toll House Inn”, ed era solita preparare per i suoi clienti dei deliziosi biscotti al burro e  cioccolato. Un giorno si accorse di aver esaurito il  morbido cioccolato che usava solitamente. Lo sostituì con del cioccolato Nestlé, ridotto in piccoli pezzi. Quando sfornò i biscotti notò che i pezzetti di cioccolato non si erano sciolti come accadeva di solito, ma erano rimasti croccanti e ben visibili. Ruth decise di servire ugualmente i biscotti ai suoi clienti: fu subito un grande successo, e la sua ricetta divenne presto famosa in tutta l'America. Andrew Nestlé iniziò la produzione di gocce di cioccolato e ne rifornì a vita l'amica, in cambio del permesso di poter pubblicare la ricetta sulla confezione del suo cioccolato.
Ancora oggi, i cookies di Ruth sono una delle preparazioni americane più conosciute al mondo, e la ricetta originale viene stampata sulle confezioni di “Nestlé Toll House Semi-Sweet Chocolate chips”.
Come spesso accade per le ricette più note, anche dei cookies esistono svariate versioni, tutte accomunate dall’inconfondibile friabilità e dalla forma rotonda, tipiche di questi biscotti.
Preparare i cookies con la nostra versione è davvero semplice: in pochi minuti potrete ottenere dei golosi biscotti dal sapore di burro e zucchero, gradevolmente contrastato dalla presenza del cioccolato fondente nell’impasto. Questi biscotti sono ideali da realizzare per una merenda sfiziosa, o da accompagnare ad una tazza di latte a colazione.
Informazioni tratte da Giallo Zafferano 
 
Ingredienti:120g di Burro a temperatura ambiente;
5 g di Bicarbonato ;
100g di  Zucchero  a velo;
una bustina di vanillina;
2 Uova medie;
180g di Farina setacciata;
50g di Zucchero semolato;
180g di Cioccolato e gocce di cioccolato fondente;
Sale (facoltativo).
 
Procedimento:
Per preparare i cookies  impastando con l'aiuto di uno sbattitore il burro a temperatura ambiente con lo zucchero semolato e lo zucchero a velo, fino ad ottenere un composto liscio, omogeneo e cremoso.
Aggiungete un pizzico di sale, se lo gradite, la vanillina, le uova  e continuate a mescolare il tutto almeno per 5 minuti.
Setacciate la farina in una ciotola capiente e aggiungetevi il bicarbonato, quindi incorporatela all’impasto, aiutandovi con una spatola o un cucchiaio, e mescolando fino a che la farina si sarà completamente amalgamata, quindi aggiungete anche le gocce di cioccolato, incorporandole per bene. Foderate una teglia con un foglio di carta da forno e ponete un cucchiaio di impasto per ogni biscotto (circa 40 gr) formando un mucchietto. Continuate così, distanziando i mucchietti, fino a formare tutti i biscotti, quindi cuoceteli in forno preriscaldato a 180° per circa 15 minuti. I cookies dovranno risultare morbidi al centro e dorati ai bordi. Una volta pronti, estraete i cookies dal forno e lasciateli raffreddare su una gratella.

venerdì 27 settembre 2013

Baccalà in umido con bietole

Un ottimo rimedio per vivere quest'autunno è cucinare cibi autunnali. Questa ricetta l'ho trovata in una delle riviste di cucina che ogni mese mi piace acquistare e sfogliare. Ho preso una rivista con tutte le ricette autunnali da accompagnare con la mia adorata polenta, pasto perfetto per una serata intima con tuo marito quando fuori piove.

Ingredienti:
600g di baccalà ammollato da 48ore;
2 cucchiai di misto per soffritto;
2 cucchiai di passata di pomodoro;
1 bicchiere di brodo vegetale;
farina di mais precotta q.b.;
olio di semi di girasole per friggere;
olio d'oliva;
1 foglia d'alloro;
500g di bietole;
1 bicchiere di vino bianco;
sale e pepe.

Procedimento:
Lavare per bene il baccalà e asciugarlo in un panno, tamponarlo bene. Tagliare il baccalà in tocchetti di massimo 1,5 cm. Impanare i pezzetti con la farina di mais e scrollarli per bene per far cadere ogni residuo. Friggerli in olio caldo, 5 minuti per lato, cuocerli per bene perché non devono sembrare crudi all'interno, ma ben croccanti. In una pentola soffriggere il misto per soffritto con olio, sfumare con il vino e dopo versare le bietole ben pulite e lessate. Aggiungere una foglia d'oro per insaporire e versare il brodo. Dopo la cottura versatevi i pezzetti di baccalà, 2 minuti per lato così chè si insaporiscano. Aggiustare di sale e pepe e servite con polenta accanto.

mercoledì 25 settembre 2013

Arista alle mele

Che bella foto della mia arista alle mele.
Adoro questo piatto, fa molto autunno.

lunedì 23 settembre 2013

Arrosto alle mele e patate

Una ricetta perfetta per questo inizio autunno.
Un piatto perfetto per cominciare ad assaporare le delizie dell'autunno.
Le mele sono un ottimo inizio per festeggiare e possono essere usate, non solo per i dolci, ma anche per creare ottimi secondi. 
 
Ingredienti:
un'arista di maiale;
2 mele;
2 patate;
sale;
pepe;
2 cipolle;
1 bottiglia di birra da 33 cl;
origano,
alloro;
2 spicchi d'aglio;
olio extra vergine d'oliva.
 
Procedimento:
Irrorare una grande teglia con un filo d'olio e creare un tappeto di cipolle tagliate a fette. Lavare l'arista ed asciugarla per bene. Massaggiare l'arista con aglio grattugiato, alloro e origano. Ponetela sopra il tappeto di cipolle e infornate per 10 minuti a 220°C. Intanto tagliate le patate e le mele a fette grosse. Aggiungerle nella teglia e irrorarle di birra. Far cuocere per 2 ore a 220°C rigirando la carne di tanto in tanto per farla insaporire. Trasferire tutto in un vassoio con le patate e frullare le mele decomposte con il succo della pietanza e le cipolle. Aggiungere un cucchiaio di senape e usarla come crema sopra le scaloppine che creerete dall'arista. Servite caldo insieme alle patate.
 

domenica 22 settembre 2013

Risotto al parmigiano

Il risotto al parmigiano è un sosia del classico risotto alla milanese solo con una differenza: aggiungere più formaggio. Io, amante di risotti, ho voluto variare, all'inizio volevo fare un risotto hai quattro formaggi, ma ero certa che non ottenevo un risultato come quella della pizza o degli gnocchi, così ho optati su solo due formaggi.
Saporito e io soddisfatta!
 
Ingredienti:
300g di riso per risotti;
1 l di brodo vegetale;
sale;
pepe;
100g di fontina;
100g di parmigiano;
50g di burro;
1 bicchiere di vino bianco;
zafferano;
1/2 cipolla piccola.
 
Procedimento:
In una padella antiaderente sciogliere mezzo burro e sfrigolare la cipolla. Tostare il riso e sfumarlo con il vino. Dopo di chè aggiungere il brodo per cuocerlo per bene. A mezza cottura sciogliere la fontina, lo zafferano e aggiustare di sale e pepe. Verso la cottura aggiungere il parmigiano e il burro rimasto. In una teglia antiaderente ben calda versare un cucchiaio di parmigiano grattugiato e farlo sciogliere senza toccarlo, formare una galletta e servirla come decorazione nel piatto col risotto.

Cazzilli Siciliani

Come posso esprimere la mia passione per la Sicilia? Non l'ho mai vista ed è un mio desiderio farlo, intanto mi dedico alla sua cucina, aromatizzata e semplicemente deliziosa.
I cazzilli sono una specie di classiche crocchette di patate, ma molto più semplici e, secondo il mio parere, ancora più buone!
 
Ingredienti:
500g di patate
1 spicchio d'aglio;
prezzemolo q.b.;
sale q.b.;
100g parmigiano grattugiato;
2 cucchiai di farina;
olio per friggere.
 
Procedimento:
Lessare le patate e pulirle dalla sua buccia. Schiacciarle per bene, anche con una forchetta. Grattugiare l'aglio nelle patate ancora calde, e amalgamare prezzemolo, farina, sale e formaggio. Creare delle polpette allungate, dare la classica forma delle crocchette e ricoprirle di farina. Friggerle con cura in olio molto caldo fino a quando non si saranno ben dorate.

sabato 21 settembre 2013

Cupcake alle pere e gocce di cioccolato con frosting al mascarpone

 
Una buona mattina comincia sempre con un'ottima colazione. Un dolce che adoro e che ho fatto una vocazione nella mia cucina. Li faccio in tanti gusti e ogni volta è una sorpresa per cosa riesco a fare con un mestolo e un po' di farina. In queste giornate, per me speciali con l'arrivo dell'autunno, un dolce come questo mi fa pensare a quando arriverà del tutto la stagione che tanto adoro, quelle giornate fresche, con tiepido sole e pioggia alle porte. Come è romantico e affascinante la quiete dopo un fugace acquazzone e il vento che sfiora il viso dalla finestra della mia cucina.
 
Ingredienti per i cupcake:
3 uova;
380g di farina;
200g di zucchero;
200g di burro;
1 limone;
1 lievito per dolci;
un pizzico di sale;
140ml di latte;
3 pere;
120g di gocce di cioccolato.
 
Ingredienti per il frosting:
250g di mascarpone;
2 tuorli;
2 cucchiai di zucchero.
 
Procedimento:
In una terrina ammorbidire il burro con lo zucchero, inserire un pizzico di sale, le uova, la scorza di un limone, il latte e la farina col lievito. Incorporare il latte e amalgamare bene. Tagliate a tocchettini le pere e bagnarle con il succo del limone. Incorporare le pere insieme alle gocce di cioccolate e riempire i pirottini da cupcake (dovrebbero bastare 12 pirottini all'incirca).
Infornare per circa 25 minuti a 180°C.
Mentre i dolci sono in forno, dedicarsi al frosting.
Ammorbidire a crema il mascarpone, sbattere i tuorli con lo zucchero fino a farle diventare spumose e chiare. Cuocerle a bagnomaria come se fosse uno zabaglione e  incorporarle, ancora calde, nel mascarpone. Amalgamarle bene e quando i cupcake saranno ben freddi decorarli con l'aiuto di una sac à poche.